Eventi & Awards

Iran: prospettive tra Antica Persia e industrializzazione


Tosetti Value nell’ambito del progetto Prospettive ha proposto un approfondimento sull’Iran.
Si tratta del primo appuntamento del 2018, parte del filo rosso che il Family office, attraverso le contaminazioni tra arte ed economia, sta dipanando sui fattori geopolitici che determinano la crescita, nel desiderio di tracciare una grammatica della visione in cui numeri, valutazioni e immagini, insieme, creino valore aggiunto.
Quanto pesano il vasto patrimonio culturale e la stratificazione di linguaggi architettonici nell’Iran industrializzato? Vi sono possibilità di trovare delle connessioni tra passato e presente nell’attuale dibattito su cultura e architettura della società iraniana odierna? Questi sono alcuni tra gli interrogativi che si evincono dalla ricerca che il maestro Walter Niedermayr ha condotto in Iran nei due lunghi viaggi compiuti nel 2006 e nel 2008.
Ancora una volta, Prospettive parte dallo sguardo dell’artista e in particolare dal progetto in mostra, muovendo attraverso testimonianze autorevoli dai diversi mondi della cultura, dell’economia e dell’imprenditoria. Il desiderio è quello di disegnare un nuovo mosaico di riflessioni e considerazioni su un paese che nella longeva e spesso contraddittoria relazione con l’Europa, prosegue a velocità costante e graduale il suo ambizioso percorso di modernizzazione.

Hanno dialogato:
Walter Niedermayr, Artista
Stefano Chiodi, Storico di Arte Contemporanea
Anna Beatrice Ferrino, CEO Ferrino & c. S.p.A.
Alberto Bradanini, Ambasciatore d’Italia a Teheran dal 2008 al 2013
Roberto Masarin, Imprenditore e manager
Introduce l’incontro, contestualizzando il paese in un breve quadro macroeconomico:
Dario Tosetti, Presidente e CEO di Tosetti Value