Economia e Finanza

A cura di Mario Calvo-Platero

• Valutazioni congiunturali e politiche sugli Stati Uniti •


Ci saranno tre partite chiave per Donald Trump in questo 2018 che si è appena aperto. Sul piano interno c’è l’obiettivo di chiudere il Russia-gate.
Su quello economico la partita si giocherà attorno al progetto per gli investimenti strutturali e alla continua eliminazione delle regole che ritardano investimenti e progetti industriali.

Su quello internazionale ci sarà uno scacchiere globale molto dinamico e complesso, con due relazioni “difficili”, Russia e Cina, e con il confronto con Iran e Pakistan, nel primo caso per gli equilibri mediorientali e per la lotta al terrorismo islamico nel secondo.

Per avanzare, ciascuno di questi temi, con la rispettiva ramificazione, si dovranno avere come punto di riferimento principale le elezioni di metà mandato del primo martedì di novembre di quest’anno: sarà questa la partita politica chiave del 2018 per il controllo del Congresso e per preparare la strada alle presidenziali del 2020. E sarà in funzione di questa scadenza che si dovranno collocare compromessi, proposte di legge, accordi, polemiche, rotture, rappacificazioni che seguiremo nel corso di quest’anno che si è appena aperto.